Questo video mi piace

music_fundraising.jpgMi è piaciuto particolarmente il video che tratta il caso del violinista Joshua Bell che ha suonato 6 canzoni in una stazione della metro di Washington D.C. Joshua ha suonato 6 canzoni con il suo Stradivari da 3 milioni e mezzo di dollari di valore. Ha ricevuto dopo 43 minuti e 1097 passanti, 27 donazioni per un totale di $32.17 (pliù una donazione di 20 dollari dall’unica persona che lo ha riconosciuto. Per chi lavora nel direct mail ciò vorrebbe dire che il tasso di risposta è del 2.5% con un costo per donazione di $125,000 (lo Stradivari! anche se però io lo considerero come una donazione, no?) e con un ROI dello 0.00015%.

Ma vi rendete conto? La più bella musica, suonata dal più grande violinista vivente, con uno dei violini più belli mai costruiti nella storia dei violini, in uno dei posti più frequentati, raccoglie quattro spiccioli.

Riconfermo quello che ripeto sempre, “la grammatica della raccolta fondi non è la grammatica delle belle cose”. La notizia l’ho trovata qui e concordo con il blogger che sostiene come questo video può ricordare a molti fundraiser come gli eventi, se non ben gestiti e organizzati, possono essere una strategia poco efficace per comunicare e raccogliere fondi.

[Foto di Coffee Monster pubblicata con licenza Creative Commons]

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

6 Comments

  1. …e più in generale può anche ricordare, una volta di più, che la “buona causa” da sola non basta a raccogliere fondi! quindi, buon lavoro a tutti i fundraiser!!!

    giovanna

  2. esatto! il messaggio è questo “fate poche cose ma fatele fund raising oriented….” (se mi sente Zanin che uso il termine “fund raising oriented” secondo me gongola!) vm

  3. E’ davvero incredibile ! !
    Grazie Direttore per averlo sottoposto alla nostra attenzione. Questo ci obbliga a ripensare
    molto attentamente che anche per l’organizzazione di un “piccolo” evento non si deve dare niente per scontato , ma dobbiamo occuparci di ogni dettaglio in modo sistematico,prevedendo tutte le eventualita’.

  4. Hei prof, sono stato chiamato in causa e quindi non posso esimermi dall’intervenire:è vero, gongolo!
    un saluto.
    lz

  5. Cioe`…..
    provate a pensare, anche solo lontanamente, cosa significa per un vero musicista essere apprezzato cosi` poco da cosi` tanta gente….
    pazzesco.
    complimenti per il servizio e per l’esperimento

    jb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *