Non c’è due senza tre!

Beatrice Lentati
Adele, fantastica segretaria generale del Festival!
Io con Guy Mallabone e Massimo
Mentre si scrivevano le sfide del fundraising!
Si è chiusa insieme a un mare di persone (oltre 400 presenti in sala) la seconda edizione del Festival del Fundraising. Ne parlano i blog dei fundraiser (Daniele Fusi, Paolo Ferrara, Francesco Quistelli, Ioana Fumagalli, Emma Ciceri, Alberto Ghione, Virginia Tarozzi, Natascia Astolfi, Raffaele Picilli, Luciano Zanin a cui si sono aggiunti con un altro post Emma Ciceri ed poi anche Jacopo Gazzola).

Ne parlano le decine di email (e la
rassegna stampa)che ho ricevuto in queste ore a ringraziamento del lavoro che abbiamo fatto in questi tre giorni, ma soprattutto ne parlano le facce e l’energia dei volti di questa serie di foto che Mauro ha fatto in qua e là. I sorrisi e la voglia di scambiarsi aiuto.

Quanti eravamo!

Il pubblico della plenaria
Io alla plenaria di apertura
Plenaria con Pidgeon
Rossano Bartoli al Festival del Fund Raising 2009
Una sessione del Festival
Vedete la seconda edizione è sempre la piu’ difficile, è come un sequel di un film. molte volte il numero due è peggio del primo perchè tutti hanno vissuto la magia del primo e hanno le aspettative altissime. Non ho ancora analizzato i questionari di valutazione finali (quasi 300 raccolti) e mi sono soffernato solo una domanda che per me è importante: “consiglieresti il festival ad un tuo amico?”. trecento questionari su trecento hanno la risposta SI, consiglierei il Festival ad un amico. E’ ovvio che non è tutto perfetto, ci sono molti suggerimenti (davvero utili) su come organizzare meglio le sessioni, su come fare al meglio l’accoglienza, su come riorganizzare le giornate, e di questo sono davvero grato a tutti coloro che hanno avuto la pazienza di compilare il questionario. Io personalmente sono gia’ pronto per ripartire, non mi e’ ancora passata la voglia di fare festival…buon segno?

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

14 Comments

  1. Buon giorno Professore,
    grazie di aver inserito il mio tra i blog dei fundraisers… non lo sono ancora, ma spero di diventarlo, seguendo i suoi consigli e le sue lezioni.

    Approfitto quindi per ringraziare Lei, il comitato e tutti i volontari per l’impegno.
    Ho sentito più volte che una delle principali differenze del tra profit e non profit è la passione che ci si mette nel secondo e che, come dice il professor Celli, “a volte nel non profit l’impossibile diventa possibile”.
    Sono occasioni come il festival che mi fanno accorgere che è vero.

    Ci vediamo a lezione!

  2. Ciao Valerio,
    solo un grazie (la parola più potente nel nostro arsenale come ho sentito ripetere in tutte le presentazioni del festival, tanto da non poter più scriverla o pronunciarla senza pensarci 😉 ) a te e a tutte le ragazze e i ragazzi che hanno lavorato meravigliosamente per rendere anche questo Festival un’esperienza eccezionale! Ci vediamo presto!

  3. ti chiederò ufficialmente di fare parte del comitato scientifico del festival, abbiamo bisogno di crescere insieme in questo evento che è di tutti e non mio. grazie daniele.

  4. Grazie Valerio!!

    è stato il mio primo anno al Festival, avevo delle aspettative altissime per quello che i miei collaboratori mi avevano raccontato della scorsa edizione e sono state tutte soddisfatte. E’ stata un’esperienza unica, esplosiva in termini di idee, contenuti e relazioni nate. E per noi che siamo ancora piccolini, è stata una grande occasione di crescita.
    Non c’è un modo perchè l’esperienza del Festival possa continuare, magari in forme diverse, anche durante l’anno?

    natascia

  5. dammi una mano, vieni al comitato sceintifico, si farà a Bologna e tu sei una padrona di casa, li decideremo il da farsi! grazie a te e buona pancia!!!

  6. grazieditutto, Valerio. L’hanno scorso non mi ero schiodato da lavoro, quest’anno si, e meno male. In questo grazie consentimi di ricomprendere tutti quelli che ci hanno lavorato, dal primo all’ultimo. Uou!! A te devo dire pubblicamente grazie perchè il Festival lo hai reso di tutti non era nè scontato, ne semplice. Le diverse voci autorevoli, vecchie e nuove, del fundraising italiano c’erano tutte e questo è sicuramente un gran bel merito tuo. L’essere il festival di tutti i fundriser credo sia la cifra del successo, di oggi e di domani. Ed è l’inboccallupo che ti faccio!! gianpietro (l’unico portoghese al Festival)

  7. e meno male! mi vien da dire. Non mollare Valerio, e neppure noi.
    Castrocaro sta diventando un atteso evento nell’agenda dell’anno, un’occasione unica di rivedersi tra colleghi e amici noti, ed aggiungerne di nuovi…
    Grazie a te, e soprattutto ai volontari del Festival che riescono impeccabilmente ad accoglierci.
    Condivido l’idea di Natascia, e anche quella Francesco Quistelli quando accenna ad una master class (ne abbiamo anche accennato in una pausa). Credo che il prossimo anno segnerà una svolta, come dici tu il secondo giro è sempre il più rischioso.
    Grazie per tutte le idee avute grazie al Festival ed a voi!

  8. Io non c’ero…ma, se leggendo i vari post e soprattutto andando a vedermi i blog (partendo per soldarietà da quelli femminili – molto spesso più di pancia che di testa ma per questo a me molto affini) mi ritornano delle emozioni, dei sentimenti sinceri, i punti di forza (da coltivare) e i punti di debolezza (da trasformare in risorse)direi che il FFR ha raggiunto un altro obiettivo: rendere visibile l’invisibile a chi visibile non era. beh… è un bel lascito, vero? E no serve neanche il notaio (anche se è gratis) un saluto a tutti.

  9. Caro Valerio, mi unisco anche io al coro dei complimenti, meritatissimi, e non tanto perché al Festival c’è sempre da imparare (credo che questo valga sempre nella vita) ma soprattutto perché il festival è un momento insostituibile: per l’aria che si respira, per il clima di amicizia che si crea e per quella carica che ti lascia addosso, anche dopo giorni di dati compulsati, appuntamenti di lavoro e nottate passate su strategie, tattiche e strumenti… Grazie mille per questa fantastica opportunità!

  10. Caro Valerio

    complimenti vivissimi per organizzare una cosa cosi’ non italiana eppure cosi’ italiana allo stesso tempo dal puntro di vista dei partecipanti e della passione. Well done!

  11. a dire la verità uno degli interventi piu’ applauditi e piu graditi è stato prprio il tuo caro Francesco, un italiano all’estero con…… l’accento inglese…comunque te lo dico a scanso di equivoci: segnati gia’ il prossimo anno che un tuo intervento è gai’ cnfermato! grazie e salutoni! (p.s. la fuga dei cervelli!!!)

  12. Complimenti prof. Melandri per la splendida organizzazione della seconda edizione del festival!
    Un grazie di cuore a tutto il team della manifestazione, in special modo ai/lle grandissimi/e volontari/ie.
    Ahi mè, però ho dovuto constatare che ero l’unico partecipante(seconda la mia) della mia regione, la Calabria!
    Spero che in futuro le cose migliorino e il movimento cresca anche da me…
    Intanto, Vi ringrazio perchè ho potuto scambiare esperienze e riincontrare gli amici dello scorso anno e conoscerne dei nuovi/e.
    Al riguardo, quando si dice che il mondo è piccolo, ho conosciuto un amico pugliese che si occupa di fundraising e che lavora per il consorzio interregionale di cui fa parte la mia cooperativa sociale. Così spero bene per le nostre realtà del meridione dpve c’è molto da lavorare!
    Da qui, comunque riparto più carico di prima e più arrichito e motivato nel continuare a pensare positivo nella mia attività di giovane fundraiser “pioniere” !

    Grazie e buon fundraising a tutti!
    Antonio

  13. Complimenti Valerio anche per questa seconda edizione del Festival. Ci hai confermato, per l’ennesima volta, di essere un grande leader per come sei riuscito a condurre tutti i volontari a realizzare questo grande evento.
    Complimenti sinceri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *