Come trasformare un potenziale donatore in un VERO donatore

C’è una grossa differenza tra cercare potenziali donatori e cercare DONATORI.

Quando contattate un potenziale donatore, difficilmente risponderà subito al vostro appello. Spesso gli serve del tempo. Lo abbiamo già visto.

Può succedere che i vostri appelli finiscano nel cestino, oppure magari il donatore si confonde e dona ad un’altra organizzazione.

C’è un modo molto semplice per trasformare una campagna di raccolta fondi con un risultato pari a zero (o molto vicina allo zero) in un campagna di ACQUISIZIONE di DONATORI.

Come fare? Trasformando ogni singola campagna, QUALSIASI campagna, in una raccolta di donatori (i più evoluti la chiamerebbero lead generation). Basta cercare donazioni! Cercate donatori! NON uova, ma galline.

Abbiamo già visto che se un potenziale donatore vede il tuo appello, può essere interessato ma NON ancora pronto a donare.

Quindi?

Faccio un esempio.

Se una qualsiasi tua campagna, ad esempio una campagna web, desse la possibilità di scaricare dei documenti come un video, un file audio, un pdf veramente utile e avesse raccolto i dati di queste persone interessate alla vostra causa (ma non ancora pronte a donare), e avesse continuato a comunicare in un certo modo con queste persone, è molto probabile che le cose sarebbero andate molto diversamente.

Se riesco a iniziare un dialogo (anche solo a una voce) ma sempre di dialogo si tratta ottengo almeno tre risultati:

1-    solamente dopo aver acquisito i contatti, avergli dato informazioni con un reale valore, aver continuato a comunicare con loro, allora avrete delle persone realmente interessate e pronte a donare.

2-    in questo modo avete costruito una relazione su un contatto iniziale. Avete in un qualche modo “parlato” con questa persona.

3-    la tua organizzazione puo’ creare un database fortemente segmentato per tutte le persone interessate per un certo progetto.

La cosa straordinaria quindi è che con lo stesso appello, se fatto in una certa maniera, potete acquisire donatori oltre che donazioni.

Perché parlo di donatori prima ancora di raccolta fondi? Perché tutta la raccolta fondi si basa sui donatori. Perché è necessario sapere il più possibile di loro e, soprattutto, una volta che li avete contattati, dovete “parlare” continuamente con loro costruendo relazione solida e duratura.

Questo vuol dire fare fundraising, trovare DONATORI!

Questo e molto altro spiegherò nel mio nuovo manuale Fundraising!
Scaricate il primo capitolo per capire subito qual è la strategia veramente efficace per fare raccolta fondi:
https://libro.fundraising.it/

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *