Meno dibattiti e più battiti

padri cammilliani

Una sera a cena per parlare di fund raising, vedere alcuni problemi, provare a ideare insieme soluzioni possibili. Una sera a cena con uno dei 5 superiori dell’ordine del Camilliani, Padre Luigi Galvani. Ho provato a instradarli in un percorso di raccolta fondi, dopo che alcuni consulenti famosi, (quelli di cui parlavo nel post precedente) hanno fatto spendere loro, una cifra folle, (folle) per niente. Non dico nulla di nuovo ma è per dimostrarvi di quante volte capita di incontrare organizzazioni dopo che sono passate “le cavallette”.

Ma una regola etica (di condivisione dei rischi) bisognerebbe darsela in questo mondo. Non credete? Non avevo in mente nulla andandoli a incontrare (non li ho cercati io), semplicemente volevo dargli tutte le informazioni utili possibili per affrontare in modo positivo il prossimo “consulente”….

Qualcuno mi dice: “In pratica hai fatto loro due ore di consulenza non pagate?” – e io rispondo – “Sì. Due ore di consulenza non pagate “economicamente”, ma stra-pagate per la fortuna di poter incontrare persone solide, tenaci, veri e propri colossi dell’umanità, che ti testimoniano il motivo per cui stare al mondo”.

Questo è il fund raising! MENO DIBATTITI E PIU’ BATTITI!

Caro Valerio,
sono stato molto felice di averti conosciuto assieme a Tiziano e P. Efisio Locci. Sono stato colpito dal tuo modo umano, semplice e fraterno di relazionarti con gli altri. Ho trovato interessante e stimolante il tuo lavoro e credo che saranno fortunati i tuoi studenti. Veramente preziosi alcuni tuoi suggerimenti. Spero che possiamo incontrarci nuovamente nel futuro e magari impegnarci per una collaborazione che ci faccia stare più vicini e utili al prossimo bisognoso.
Volentieri ti allego copia della letterina che ho inviato a qualche centinaio di amici e benefattori in occasione della Santa Pasqua.
In particolare vorrei porgere a te e alla tua famiglia i migliori auguri di una Felice Pasqua e assicurare un ricordo particolare al Risosrto per voi. Ogni bene.
P. Luigi Galvani


BUONA PASQUA 2007

Carissimi,

a nome dei missionari e dei bambini che aiutiamo con il programma “Sostegno a distanza” vi giungano gli auguri più fraterni di una Santa e Felice Pasqua.

In questi giorni sarà bello sentirsi tutti uniti nel vivere il mistero pasquale e ricordare i momenti gloriosi della nostra redenzione iniziati con la passione e la morte di Gesù ma poi culminati con la sua gloriosa resurrezione. Questa segna il passaggio ufficiale alla nuova vita portataci da Cristo con il mistero della sua redenzione.

La Pasqua è un richiamo a immedesimarci con il Risorto e seguire il suo esempio nel condividere qualcosa di nostro con i poveri, i sofferenti e i bambini bisognosi. Tutto ciò dà gioia e ci fa vivere pienamente lo spirito caritativo del Vangelo.

Colgo l’occasione poi per informarvi di un importante avvenimento per noi Camilliani: il prossimo maggio sarà celebrato il 56° Capitolo Generale che è la massima autorità dell’Ordine. Tale assemblea raduna ogni 6 anni i rappresentanti maggiori dell’Istituto provenienti da 40 paesi del mondo dei 5 continenti per discutere, esaminare e promuovere nuove iniziative sulle attività socio-assistenziali, formative e culturali che i Camilliani portano avanti nel mondo.

Nel corso di questa solenne assemblea saranno eletti i nuovi responsabili (il Padre Generale e i 4 Consiglieri) che guideranno l’Ordine per i prossimi 6 anni. Come sapete bene, nel passato sessennio sono stato uno dei 4 Consiglieri Generali con l’incarico specifico delle missioni e dell’economia dell’Istituto. Anch’io quindi passerò il testimone al nuovo eletto per queste responsabilità. (Nella foto accanto il Consiglio Generale uscente.)

Vi chiederete, quali saranno allora le mie nuove responsabilità future? Per il momento non le conosco. Chiedo per questo a voi tutti una preghiera particolare allo Spirito Santo perché mi indichi la nuova via…. Le missioni sono sempre nel mio cuore ma noi religiosi siamo anche figli dell’obbedienza…

Nei prossimi mesi vi farò sapere cosa la Provvidenza mi avrà indicato. Di certo continueremo a portare avanti il nostro programma missionario, ovunque il Signore ci chiamerà.

Un fraterno e cordiale abbraccio con l’augurio di una Santa e Felice Pasqua a voi e alle vostre famiglie.

P. Luigi Galvani
Consultore Generale per le Missioni

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

4 Comments

  1. Bè io credo che sia un problema di informazione e formazione. Infatti bisogna chiedersi quanto è conosciuta la parola fund raising / raccolta fondi nelle organizzazioni nonprofit. Se un consulente va in quelle organizzazioni che di raccolta fondi non hanno mai sentito parlare, credo sia abbastanza facile (ma dovrebbe dirlo, commentando su questo blog, chi è chiamato in causa) chiedere tanto (fatture consulenza) per poi dare poco (fondi raccolti). C’è poi anche il problema inverso, cioè il consulente svolge un buon lavoro ma l’organizzazione nonprofit internamente, e specialmente a livello di cda e dirigenza, non “digerisce” la parola fund raising. Ma anche qui c’è da chiedersi: il fundraiser che è professionista da anni sa bene che se l’organizzazione non “digerisce” internamente il fund raising difficilmente la raccolta fondi può avere buoni risultati. Allora perchè proporre per forza una raccolta fondi senza prima aver formato e fatto condividere il motivo, le modalità, la prassi della raccolta fondi anche ai cda delle organizzazioni, ai dirigenti, allo staff? O forse anche questo è stato fatto da tutti i consulenti fundraiser italiani ed allora tutto è un problema delle organizzazioni nonprofit e non dei consulenti?
    Sono tante domande che forse non troveranno mai risposta in un blog o nei libri, ma nella pratica quotidiana del lavoro di fundraiser e di fund raising.

  2. Ecco Valerio, hai detto la parola magica “regola etica” concordo pienamente e mi ricollego alla discussione di qualche giorno fa. E’ necessario darsi dei limiti per evitare che le cavallette distruggano tutto.
    Sarebbe interessante organizzare una tavola rotonda su etica, fundraiser e fundraising. Che ne dite?

  3. Grande P. Galvani! Mi sono informata. Dopo il capitolo il Signore ha accontentato il suo desiderio a gloria di Dio e l’ha riportato in terra di missione.
    Stimo tantissimo l’Ordine dei Camilliani e benedico di cuore tutti i loro fundraising presenti e futuri con la sicurezza che i funds veramente arrivano a destinazione senza margini di guadagno che invece muovono al fundraising alcune organizzazioni più laicali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *