Management e Decision Making per il Fundraising..la prima edizione del CAF executive, come è andata?

img_0110img_0109
Si è svolto nella bella cornice del Grand Hotel di Castrocaro la prima edizione del Corso Management e Decision Making per il Fundraising, un corso di alta formazione executive. Un corso fatto con i materiali completamente nuovi (vedi foto), e con il collega e consulente Paolo Celli (vedi foto), svolto anche con lavori di gruppo (vedi foto). Il mio invito è rivolto a tutti i partecipanti il rispondere a due domande:

  1. che cosa è per te il fundraising? (anche in forma anonima!)
  2. Cosa ci sarebbe bisogno per migliorare il fundraising etico alla comunità degli operatori del nonprofit!

Nel ringraziarvi per aver partecipato al corso, aspetto i vostri commenti! (VM)

img_01051

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

7 Comments

  1. Ancora Complimenti ai docenti e alla Tutor.
    Per ringraziare della cura messa nell’organizzazione del corso rispondo alle due sollecitazioni dichiarando che:
    Per me – adesso – il fund raising è un’arte in cui è richiesto operare con il cervello e con il cuore.
    Come migliorare? Dipende da cosa s’intende e in ogni caso le aree di miglioramento possibili sono tante, visto il livello di improvvisazione oggi presente in Italia.Se però l’attenzione è verso una maggiore professionalità dell’intero sistema, come leva per ottimizzare i risultati, allora rispondo che una ulteriore molla di miglioramento potrebbe essere una norma che impone a chi effettua fund raising a livello strategico (non per chi chiede le donazioni, ma per chi realizza/implementa i piani) una iscrizione ad un albo, che a sua volta dovrebbe/potrebbe prevedere il superamento di un esame di idoneità.
    Grazie ancora

  2. Grazie Roberto, un bel commento, ma questa storia dell’albo è una lunga storia, di cui levorrei parlare con calma in un post ad hoc!

  3. Anche io condivido ciò che ha scritto Roberto. COmplimenti a tutti per l’impostazione del corso e la ricaduta concreta e operativa.
    Per quanto riguarda il fundraising etico nelle ONP, ritengo sia fondamentale e urgente la creazione di un albo/ordine per i fundraiser, oltre a certificare le competenze con un percorso nazionale ed uno europeo.
    L’albo diventa urgente. Se posso contribuire alla buona causa… IO CI SONO!!!!

    Ancora GRAZIE!!!

  4. Caro prof,
    i rientri come le partenza sono sempre difficili. Lavatrice rotta, bucato arretrato, situazioni incancrenite sul lavoro, entusiasmo per il nuovo che avanza…E’ dunque con una risma di sentimenti molti diversi tra di loro che lunedì mattina mi sono ri-seduta davanti al mio computer per riprendere dove avevo lasciato. A prevalere sono sicuramente le note positive. Il corso mi è piaciuto moltissimo. Era proprio quello che cercavo e avevo bisogno in questo mio momento professionale. Inoltre, per me, madre di quattro figli, non è stato facile far tacitare i sensi di colpa e regalarmi questa opportunità in tempo di scuola, di compiti in classe,ecc… Sono pertanto riconoscentze a tutti, a lei per primo, per avere reso questo tempo (sostanzialmente “rubato”) ricco e pieno di senso e di futuro! Grazie di cuore!
    Corinne

  5. quattro figli? corinne lei è un eroe! bisognerebbe farle un blog solo per questo!
    evviva! spero anche io di arrivarci, ma convincere mia moglie è un po’ fatica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *