AFP Canada, oltre 1000 fundraiser riuniti insieme ad un grande convegno

35 milioni gli abitanti del canada, 9 miliardi le donazioni da privati, quasi 5000 gli iscritti all’associazione fundraiser canadese…

57 milioni gli abitanti in Italia, forse meno di 3 miliardi le donazioni da privati, quasi 200 gli iscritti all’associazione fundraiser italiana.

Tutto qui!, è tutto qui, il problema, la forza l’entusiasmo, la voglia di essere professione. Lo volontà di esserci e di diventare gruppo.  E pensare che non sono più avanti di noi. Ho fatto la mia relazione davanti a oltre 200 persone, tutti Senior Level.

Mi hanno messo nelle Red Session (ci sono le Green, le Yellow e le Red  a seconda della difficoltà crescente) e ho rifatto più o meno la lezione che ho fatto al Festival del Fundraising. Erano entusiasti: un’ora e mezza incollati, in silenzio ad ascoltare i miei ragionamenti su piramide, caso, veicolo, target. Domande, chiarimenti, suggerimenti. Molto divertente.

Questa professione necessita di un messaggio chiaro: il costo dei fundraising e’ PARTE della buona causa! Fino a che ci si dovrà nascondere dietro la ipocrita divisione costi fissi/costi di progetto…non riusciremo mai ad esplodere nemmeno in Italia. Il fundraising, i costi fissi, i costi non di progetto sono parte della Buona Causa!

P.S. Nella foto la mia sessione e in compagnia del collega Zak Bailey, che mi ha invitato in Canada, che fa parte del comitato relatori, ed è fundraiser presso l’Ospedale Princess Margaret Foundation.

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *