Un comune che sa fare fundraising

La raccolta fondi da parte degli enti pubblici è probabilmente la Cenerentola del fundraising in Italia. Vuoi perchè gli enti pubblici non sono attrezzati per fare raccolta fondi (competenze, personale) vuoi anche per la scarsa fiducia che ripetuti scandali di poche amministrazioni pubbliche contribuiscono a creare a danno anche delle amministrazioni virtuose.

Mi scrive un sindaco di un piccolo comune piemontese (poco più di 1000 abitanti) che è realmente un comune virtuoso:

  • Ha 6 organizzazioni di volontariato che fra le attività annualmente organizzate provvedono anche a raccogliere fondi che vengono destinati al settore sociale sia nel paese che all’estero (adozioni a distanza)
  • Ha saputo raccogliere dalle aziende locali oltre € 140.000 destinati a tante piccole ma importanti opere su strutture pubbliche (dai vetri per la scuola alla tettoia del campo sportivo)
  • Ha saputo attrarre fondi da enti pubblici, fondazioni per altri € 600.000

Molti si chiederanno il segreto di tutto questo? Semplice, il primo a crederci è il sindaco!!! Se in una organizzazione nonprofit i primi a non crederci sono presidente, direttore o consiglio di amministrazione il lavoro del fundraiser si fa molto molto più difficile

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

One Comment

  1. Caro professor Melandri,
    sono sagge le Sue parole, anch’io vorrei tanto adoperarmi in questo campo, sto facendo tesoro di queste esperienze, mi sto documentando e mi tengo aggiornata.
    Proprio ieri sera avevo il mano il Libro del Fund Raising, c’è sempre qualche frase in più che va riletta o reinterpretata o semplicemente applicata in un modo e nell’altro.
    Complimenti al comune piemontese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *