Carlo Mazzini, semplice, chiaro e sempre pungente: leggetelo

Carlo Mazzini è uno di quei personaggi che il nonprofit si dovrebbe tenere ben stretto. Il suo blog “Qui nonprofit” e i suoi interventi su Vita sono sempre (e usare la parola sempre in questo caso non è un eufemismo) centrati. Aggiungono qualcosa alla conoscenza. Sia che parli dell’agenzia delle onlus, sia che parli del governo, o del 5 per mille, o di qualunque altro cavolo di normativa, ha il suo modo di fare ironico, rispettoso, ma non ha paura di scontrarsi anche con il “potere”. Un vero liberale…

Leggete il suo ultimo pezzo sull’Agenzia, è l’ennesima descrizione di come il nonprofit voglia fare le “nozze con i fichi secchi”. Vuole un’agenzia per il terzo settore e poi non paga i consiglieri, vuole l’efficacia e l’efficienza e poi chiede di fare del volontariato, anzi costringe e metà mandato tutti i consiglieri a rinunciare all’indennità. Dove andranno le teste migliori, dove si guadagna poco e si è trattati male, o dove si guadagna molto e si è trattati con rispetto? A dire la verità mi chiedo come uno come Carlo Mazzini resista ancora nel nonprofit.

Leggete i suoi post su http://www.quinonprofit.it/?p=2559 . a dopo

p.s. Non mi ha pagato Carlo, anche perchè essendo genovese sembra sia tirchio (…nessuno è perfetto!) a presto!

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

One Comment

  1. Grazie Valerio, una segnalazione ad un blog che non conoscevo. Su carlo Mazzini concordo, salvo pensare, confermando con te, che la visione “idilliaca” di un impegno non retribuito (o mal retribuito), più che ascrivere il terzo settore all’albo delle anime belle lo marginalizza, rendendolo una attività da signorine della buona società con carenza di impegni per il pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *