http://progettoassif2011.wordpress.com/ per discutere del futuro di ASSIF

E’ online da ieri mattina il sito http://progettoassif2011.wordpress.com/

Insieme ad altri colleghi e amici abbiamo pensato di favorire la discussione in vista dell’assemblea dei soci di ASSIF (Associazione Italiana Fundraiser) che si terrà al Festival del Fundraising per eleggere il nuovo presidente e il nuovo consiglio.

Prima che sorgano dubbi, dico subito che non sono candidato e non mi candido come presidente ASSIF, ma ci tengo molto che ASSIF sia una forte organizzazione, che sia una grande mamma per tutti fundraiser e i professionisti del fundraising, affinchè questa professione sia ufficialmente riconosciuta, abbia un mercato del lavoro efficiente, le nuove leve del fundraising sappiano orientarsi, sia eticamente ineccepibile.

Ecco perchè ci ho messo la faccia per cercare di creare una discussione, aperta, vera. Magari qualcuno puo’ dire “sono d’accordo, ma farei così…” un altro puo’ dire “non sono d’accordo, ma è importante che…” ecc. Ognuno dica la sua, ma parliamone e discutiamone, in modo che piano piano venga fuori una lista di persone disponibile a condurre per mano ASSIF nei prossimi 3 anni! E’ importante!

Per un avolta quindi vi chiedo di non fare commenti a questo post ma di metterli direttamente su progettoassif2011.wordpress.com e sostenere e commentare il progetto, grazie!!! (VM)

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

2 Comments

  1. Ciao Valerio, condivido totalmente l’obiettivo che tu dichiari. Per questa ragione avrei preferito un metodo e un approccio diverso al dibattito e al confronto rispetto a quello che hai scelto insieme ad altri. Credo tuttavia che avremo tempo e modo di approfondire prima della prossima assemblea di ASSIF. E’ interesse di tutti i fundraiser dare continuità al lavoro fin qui svolto dal CD in carica e, possibilmente, migliorarlo.

  2. Caro Beppe,
    credo che le associazioni siano forti quando sono numerose e partecipate. In questi anni Assif ha fatto cose importanti per i fund raiser, nonostante fosse piccola e poco partecipata.
    Quello che ha fatto lo deve alla incredibile attività ( eroica nel caso di Francesca , che non aveva nemmeno l’organizzazione professionale di Alberto e Bea vicino a se’) di pochi sparuti consiglieri (tu sicuramente sei uno di quelli) e di alcuni preziosi soci volontari. Tutta l’attività svolta non ha bisogno di essere rivendicata o sbandierata . È lí da vedere. L’hanno prodotta quei pochi, sparuti consiglieri. I temi critici di cui discutere sono la permanente piccola dimensione dell’associazione e la latitanza ed inconsistenza operativa del “gruppo dirigente”.
    Questi credo siano gli argomenti su cui si voleva parlare in questo sito. Lo abbiamo detto senza arroganza, pubblicamente e non clandestinamente. Lo abbiamo fatto con mesi di anticipo prima dell’Assemblea, proprio per aprire un dibattito sereno e costruttivo.
    Scusami, ma non me la sento proprio di accettare critiche nel metodo.
    a presto.(vm)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *