ecco come NON fare fundraising on line, ecco come fare fundraising on line

Questa mattina ho ricevuto una email che riporto esattamente in copia. Nulla di più, nulla di meno (che per ovvi motivi di privacy ho eliminato affinché l’associazione non fosse riconoscibile). Fino a che non cambieremo questi toni, non c”e speranza

 

“Da un nostro controllo contabile, risultano non versate le quote associative relative agli anni 2009,2010, 2011, 2012,( € 25,00 annui, per un totale di € 100,00)

Avremmo quindi necessità che la tua posizione venisse regolarizzata. Ti chiediamo la cortesia di verificare.

In caso, ti informiamo che se non avessi già provveduto, puoi versare le quote tramite:

Ccp  n° 528471

con Bonifico bancario: ( come Onlus è gratuito)

Credito di Romagna ag. Di Forlì – C.so della Repubblica, 126

IBAN: IT 93 I 03273 13201 000 103 441

Oppure

Cassa dei risparmi di Forlì e della Romagna sede di Forlì

IBAN: IT 21 G 06010 13200 074 000 028 563

Siamo a tua disposizione per eventuali chiarimenti in merito.

Un cordiale saluto”

======================================================================

qualche giorno fa ho ricevuto questa bella email da Il Sollievo ONLUS, ben scritta, personalizzata, ben fatta, firmata…e non hanno speso di più…ci hanno solo messo un po’ più di “passione”…

Valerio, GRAZIE……
Con il primo messaggio avete donato 2.175 euro al FONDO EMERGENZE PER GLI ANZIANI DELL’EMILIA promosso dall’ASSOCIAZIONE IL SOLLIEVO ONLUS.
……MA L’EMERGENZA NON E’ FINITA.
Insieme potremo AIUTARE ECONOMICAMENTE GLI ANZIANI SOLI O PIU’ IN DIFFICOLTA’.
DONA SUBITO CON FIDUCIA
BONIFICO BANCARIO
C/C intestato IL SOLLIEVO ONLUS
IBAN IT58S0306903395100000004526
CAUSALE: PER GLI ANZIANI DELL’EMILIA
Dal sito www.ilsollievo.it
Ieri come oggi, la disperazione per avere perso tutto.
VIDEO 1
Dal sito www.ilsollievo.it 

L’Aquila o Emilia, una disperata richiesta d’aiuto
VIDEO 2

 

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

6 Comments

  1. prof. Melandri una domanda sulla prima delle email che ha ricevuto, lei è iscritto alla associazione? In questo caso le quote vanno pagate, il socio non ha lo stesso statuto del semplice donatore. La donazione è una liberalità, la quota associativa un contributo obbligatorio a termini di statuto.
    Grazie
    Giovanna

  2. Grazie Giovanna! Lei ha tecnicamente ragione. Ma la sua affermazione è irrealista. Ma davvero lei ritiene che io (o chiunque altro) paghi la quota associativa, perché è un obbligo di statuto??? Se anche fossi un socio “moroso” secondo lei c’e’ una qualche possibilità che chi non ha pagato per 4 anni, in forza di una email di questo genere paghi le sue quote? andiamo!!! siamo realisti!
    Noi del nonprofit dovremmo smettere di pensare ai soci come dei “contribuenti obbligati da statuto”, un po’ come un ente pubblico “le tasse sono un obbligo e vanno pagate”, “le quote sono un obbligo vanno pagate”….il socio, che sia obbligato o meno, va conquistato!
    Insomma, quando ero piccolo odiavo la frase “mangia che ti fa bene” figuriamoci se da grande la applico….Bisogna invertire la frase da “mangia che ti fa bene” a “a me piace mangiare questa cosa, forse piace anche a te! Prova!”.

  3. Caro Professore lei ha sicuramente ragione ma allora visto che la minestra non la mangio perchè fa bene ma eventualmente perchè mi piace, smettiamola di mascherare le donazioni con il far diventare soci i nostri donatori! anche questo mi permetto di farle notare, è il tema!

  4. onestamente non vedo il problema…lo so che tecnicamente donazioni e tessere associatve sono diverse, ma lei pensa veramente che uno che vuole fare una tessera di una associazione non lo faccia per fare una donazione?

  5. Io mi iscrivo a parecchie associazioni,
    ma RINNOVO l’iscrizione annuale SOLAMENTE a quelle che
    nel corso dell’anno mi hanno aggiornato adeguatamente sulle loro attivita’ e se le condivido ancora.
    E se,ovviamente,hanno pubblicato sul loro sito un bilancio sociale decentemente compilato.
    La associazione che le ha scritto la prima mail la cancellerei proprio dal mio database.
    Saluti. LR

  6. esattamente come dice Leda. “perché non mangi anche tu? noi quando mangiamo questa cosa stiamo bene e ci piace, e poi dopo abbiamo tanta energia (progetti), dai mangia anche tu…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *