Chi scriverà la prossima lettera di raccolta fondi?

Secondo gli esperti presto i fundraiser avranno a disposizione macchine talmente “intelligenti” che scriveranno lettere di raccolta fondi in automatico, con tanto di sentimenti e personalizzazione. Che falsità!
Sono stanco di questa storia dell’intelligenza artificiale!
Chi ne parla come di un perfetto sostituto dell’essere umano NON è intelligente.
Leggo oggi che “le nuove macchine con intelligenza artificiale porteranno alla fine della razza umana” (a dire la verità per come stiamo trattando l’ambiente, o i nostri simili, non c’e’ bisogno di una grande intelligenza per capire che ci vogliamo auto-distruggere). “L’intelligenza artificiale sarà come un Grande Fratello che ci spia sempre?” Ma io dico: che cosa ci sarà poi da spiare? Se uno è veramente intelligente non sta tutto il giorno a spiare qualcun altro! Che noia stare sempre a guardare e mai fare!

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *