Aggiustare, Togliere e Ritrovare!

Sul “Fatto quotidiano” del 14 aprile leggo una lettera aperta al mondo della moda dove Re Giorgio, (così viene definito dai tabloid di tutto il mondo Giorgio Armani), traccia una Road Map per ripartire quando l’emergenza coronavirus sarà superata. Armani dice:

“Io non voglio più lavorare così, è IMMORALE. Ci sarà bisogno di ripartire dalle PRIORITA’, rallentando quei ritmi forsennati che il fashion system ha avuto in questi anni. Questa crisi è una meravigliosa opportunità per rallentare tutto, per riallineare tutto, per disegnare un orizzonte più autentico e vero. Basta spettacolarizzazione, basta sprechi! Questa crisi è anche una meravigliosa opportunità per ridare valore all’autenticità! Basta con la moda come gioco di comunicazione, basta con le sfilate in giro per il mondo, al solo scopa di presentare idee blande. Basta intrattenere con spettacoli grandiosi che oggi si rivelano per quel che sono: inappropriati, e voglio dire anche volgari. Basta con le sfilate in tutto il mondo, fatte tramite i viaggi che inquinano. Basta con gli sprechi di denaro per gli show, sono solo pennellate di smalto apposte sopra il nulla. Il momento che stiamo attraversando è turbolento, ma ci offre la possibilità, unica davvero, di aggiustare quello che non va, di togliere il superfluo, di ritrovare una dimensione più umana… Questa è forse la più importante lezione di questa crisi”.

Ora la mia prima reazione è evidente: Armani ha più di ottantanni e di certo rallentare è un pensiero che a quell’età è ragionevole. Poi in fondo, direi che non ha necessità di correre. E’ arrivato. Ma è meschino pensare così!

Mi costringo ad andare oltre la prima reazione, e sostituisco la parola “moda” con qualunque dei nostri lavori, (fundraiser, avvocato, professore, negoziante, venditore, contabile, imprenditore, qualunque lavoro…, ecc.) non è forse un ragionamento adatto a moltissime delle cose che facciamo?

Mi è venuto da pensare a tutti noi, alle nostre famiglie, ai nostri figli, ai nostri amici, ai nostri affetti, a chi abbiamo intorno…

Tutti abituati a dei ritmi forsennati.

So che questa crisi porterà tanta sofferenza, ma forse abbiamo l’occasione per ridare valore all’autenticità?

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *