Alcune importanti statistiche su chi ha donato durante la crisi Covid-19

Ecco un altro bell’articolo letto qualche giorno fa sul web… Buona lettura!

 

Chi ha risposto agli appelli d’emergenza a fronte dell’emergenza sanitaria Covid-19?

Ecco alcune informazioni dal sondaggio Global Trends in Giving Survey 2020, la ricerca internazionale sulle donazioni che ha coinvolto 119 Paesi.

  1. Il genere dei donatori

Il 68% delle persone che hanno donato durante l’emergenza Covid-19 sono donne, il 31% uomini.

Ma questo è normale, basti pensare che l’edizione 2018 del Global Trends in Giving Report riportava che il 64,7% di chi sostiene le organizzazioni nonprofit è donna.

  1. Un po’ più insolita è l’età dei donatori:

11% Terza Età (nati tra il 1925 e il 1945)

41% Baby Boomers (nati tra il 1946 e il 1964)

22% Generazione X (nati tra il 1965 e il 1979)

24% Millennials (nati tra il 1980 e il 2000)

2% Generazione Z (nati dal 2000 in poi)

Possiamo notare un’inclinazione significativa verso i donatori più giovani, spesso attivamente coinvolti nelle donazioni a supporto delle emergenze.

E questo ci dice una cosa importante: ad oggi, il modo più efficace per avere successo nel fundraising, è quello di sollecitare il maggior numero possibile di donatori (indipendentemente dalla loro fascia di età) e spingerli a donare regolarmente.

  1. Metodi di donazione preferiti

Anche questo aspetto è molto interessante, perché l’ammontare di donazioni online é stato molto più alto rispetto al solito. Ma anche questa tendenza è in linea con ciò che (tendenzialmente) si verifica durante un’emergenza.

80,5% donazioni online

18,6% bonifico bancario

14,4% direct email marketing/ lettere cartacee

12,9% PayPal

(La somma supera il 100% perché molte delle categorie si sovrappongono)

E’ inevitabile, non possiamo nasconderlo: questa tendenza a spostarsi sulle donazioni online è sintomo di un cambiamento (MOLTO IMPORTANTE) in atto nel comportamento dei donatori.

Quindi: andate alla ricerca di donazioni online, cercate di aumentarle, e utilizzatele come un motivo per aumentare il vostro engagement digitale!

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *