CASA FUNDRAISING 47 – Intervista a LAURA PERROTTA, responsabile fundraising Amnesty

Che puntata!! Quella con Laura Perrotta, tosta e VERA

Dopo un dottorato in biologia molecolare, Laura Perrotta ha lavorato per il Boscoincittà, un parco urbano milanese gestito da Italia Nostra. Lì ha capito che la sua strada era nel nonprofit. Poi per caso ha incontrato il fundraising ed è stato amore a prima vista, era un misto succulento di passione e razionalità, di creatività e pianificazione. Ha lavorato a UNHCR, Save the Children e dal 2015 è ad Amnesty International come Responsabile raccolta fondi e crescita. Ė stata anche relatrice al Festival del Fundraising, e per noi è stato un vero piacere… e vi confesso che sto già pensando che la vorrei ascoltare anche al prossimo! Una puntata da ascoltare e riascoltare, quella con Laura Perrotta, responsabile fundraising a Amnesty International dal 2015:

“Quando ho mandato il mio CV a UNHCR per uno stage…”

la storia di Laura Perrotta con il nonprofit inizia così.
L’invio di un CV per uno stage nell’area comunicazione. Ma loro lo hanno inoltrato all’area fundraising (nemmeno Laura sa bene il perchè…). Quelli del fundraising l’hanno chiamata e così ha incontrato questo mestiere, che oggi, a distanza di anni, definisce magico.

Ė un mestiere magico perchè…

…ti consente di misurare tutto e quindi di capire se stai facendo bene o male …ti consente di trasformare le parole scritte in soldi per le azioni di aiuto concreto. Amo da sempre scrivere lettere e adesso, oltre che ai miei amici, le scrivo ai donatori di Amnesty.
Dice Laura, e il suo copy è davvero qualcosa di unico.
Leggete i suoi mailing, provare per credere!

Qui un momento insieme a Laura durante la diretta, guardate che bella questa campagna sui lasciti di Amnesty:

Campagna lasciti di Amnesty International

 

Il fundraising ad Amnesty International

Laura Perrotta è responsabile fundraising ad Amnesty dal 2015. Una ONG particolare, che non fa aiuto diretto sul campo, ma che dfende a 360° i diritti umani. Come fanno a fare fundraising, e BENE? Laura ci ha raccontato che il 96% (96%!!) della raccolta proviene da invidui (quindi persone fisiche, non tanto aziende, enti pubblici ecc.) e il segreto del loro successo è ancora una volta lo storytelling. NOI RACCONTIAMO LE STORIE DELLE PERSONE. Ancora una volta le storie al centro, le storie che funzionano per il fundraising.

A chi vuole fare il suo stesso lavoro ecco cosa consiglia:

il nostro non è un mestiere difficile, ma è difficile farlo sempre al meglio, pensare contemporaneamente al successo immediato e a come migliorare le cose per il futuro. Quindi il mio consiglio è allenarsi sia per i cento metri che per la maratona.

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *