9 regole da seguire per partecipare a un convegno di fundraising e sfruttarne tutto il potenziale

Il destino dell’essere umano è incontrare le persone.

Ricominciano i convegni, le conference di persona (in foto sono al Philanthropy Experience di Catania). E’ importantissimo, quando si va a un convegno, utilizzare il convegno per quello serve: l’incontro di persona.
Se andate solo per sentire le sessioni formative, usate il convegno solo per il 20% del suo potenziale. A quel punto tante vale seguirlo in streaming.

Secondo me bisogna seguire alcune regole (valide anche per il Festival del Fundraising ) :

1. presentarsi ai meeting sempre per primi (io sono sempre il primo davanti alla porta, a volte anche 30 minuti prima) e mettersi davanti alla porta di ingresso. Salutare o sorridere a tutti, e attaccare bottone. Con chiunque. Obiettivo della conference è parlare con le persone, non rispondere alle tue email negli spazi di tempo libero che ci sono.

2. se sei in anticipo NON fare mai l’errore di metterti al computer a rispondere alle email o al cellulare a rispondere ai messaggi. Alle conferenze scordati il cellulare e il computer (prima della sessione).

3. fai sempre – sempre – sempre – la PRIMA domanda appena si apre la discussione. Fai sempre una domanda. Trova il modo di fare una domanda sempre a qualunque sessione in cui vai. Fare una domanda è del 10% delle persone. E sono quelle che ti ricorderai.

4. al termine dell’incontro alzati subito e vai a ringraziare per la risposta che hai avuto, o vai a incontrare qualcuno dei relatori, presentati e digli “bella quella cosa che hai detto, interessante, ma perchè è così…?” e fatti vedere. Scambia i contatti.

5 – nella pause NON ti fermare mai di fronte al computer, ricordati di scordarti il cellulare. NON lo usare! So che per te è difficile staccarti dal cellulare (lo guardi anche se sei a tavola con ospiti, ed è triste…ma è la realtà). Nei convegni devi guardare negli occhi la gente, anche quelli che non conosci.

6 – fai tutte le attività opzionali, quelle di “networking” (es. andare a una mostra fotografica, il brindisi insieme, bar, pranzi, cene). Durante le attività complementari ci sono tante possibilità di incontrare il responsabile di quella organizzazione/azienda/fondazione che potrebbe diventare tuo sponsor o donatore.

7 – se vai con un altra persona NON stare con lei, separatevi, costringetevi a stare separati. Se vuoi conoscere qualcuno devi essere da sola/o. Nessuno si avvicina a te se ti vede che parli con qualcun altro/a. Non ti metterai a cercare qualcuno se hai già un àncora con il tuo amico/amica.

8 – se proprio non riesci ad attaccare bottone, fai dei commenti a voce alta: “mamma mia che freddo fa in questa sala… ma non possono abbassare un po’ l’aria condizionata?” E qualcuno ti risponderà di sicuro. Attacca bottone con lui o con lei. Oppure di qualcosa “è occupato questo posto?” E qualcuno ti risponderà. Fai commenti, fai osservazioni a voce alta, anche se NON è inerente la conferenza.

9 – se segui queste semplici regole forzandoti a capire che quello che conta nei convegni sono i 15 minuti PRIMA dell’inizio della sessione e i 15 minuti dopo la fine della sessione incontrerai un sacco di gente.
Tutto il resto del tempo in una sessione serve solo a capire che domanda fare per farti VEDERE. E incontrare persone.

 

Buoni incontri!

valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *