Il Laboratorio Capstone: una scommessa sulle organizzazioni nonprofit

Laboratorio Capstone - Master in Fundraising

La mia prima edizione del Laboratorio Capstone la feci più di 20 anni fa.
Studiavo alla New York University e uno dei corsi principali era il cosiddetto “ Laboratorio Capstone”.  In pratica si trattava di un corso in cui la classe – divisa in gruppi – doveva fare consulenza a un’organizzazione nonprofit di New York, di solito piccolina.

 Perchè funziona il Laboratorio Capstone

Si ottenevano due risultati:
1. l’organizzazione portava a casa una consulenza su misura da parte degli studenti della New York University
2. gli studenti affrontavano il loro primo “cliente” facendo un’esperienza pratica e concreta, davvero utile.

Anche io feci il mio Laboratorio Capstone, mi occupai di sviluppare un piano di raccolta fondi per un ospedale nel New Jersey, progetto interessantissimo.

L’accordo fra l’NYU e l’organizzazione era che la nonprofit riconoscesse una commissione di consulenza alla NYU per il lavoro svolto. Risultato?

Continue Reading

Perchè falliscono i piani di fundraising

piano di fundraising

Tante volte quando entro in un’organizzazione nonprofit mi viene chiesto di realizzare un piano di fundraising che soddisfi più obiettivi contemporaneamente:

  • raccogliere donazioni sufficienti a garantire una certa stabilità all’organizzazione;
  • continuare ad aumentare e far crescere il, fundraising;
  • costruire una buona reputazione della organizzazione nonprofit;
  • attirare il più possibile volontari, soci e altri soggetti attivi;
  • spendere il meno possibile per l’attività di fundraising e incassare più donazioni.

Di fronte a queste richieste, io dico sempre: Magari! Mi piacerebbe essere un consulente con la bacchetta magica e riuscire a fare tutto questo in una volta sola. Sarebbe bello, no?

La realtà non è così…

Un piano di fundraising reale e concretamente realizzabile, purtroppo, non può raggiungere tutti questi obiettivi nella stessa misura.
Questi obiettivi, in un certo senso, si escludono a vicenda. Quando un’organizzazione nonprofit sceglie una direzione, una tattica, una strategia di fundraising,

Continue Reading

Sai da che cosa passa la “rivoluzione” oggi?

La rivoluzione oggi è avere cura delle cose.

In un mondo che cambia costantemente, alla velocità della luce, per stare al passo devi essere VELOCE. L’immobilità paralizza l’innovazione.
Ma velocità non è sinonimo di fretta.

La cura delle cose vale più della fretta.
È una mentalità, una modalità di lavorare, una postura da migliore costantemente.

Migliaia di organizzazioni nonprofit oggi sono in difficoltà, ogni giorno, e alcune di queste falliscono, chiudono e le loro straordinarie Cause non sono portate avanti da nessuno.

Perché?
Perché chi ha avuto l’idea originale non ha capito cosa stava succedendo, ha smesso di far capire ai donatori che quello che stanno facendo fa DAVVERO LA DIFFERENZA nella società.
Non hanno investito su loro stessi, sulla formazione dei manager del nonprofit, che devono essere figure sempre

Continue Reading

Università. Non sei sempre un numero

Un ragazzo che conosco ha chiuso oggi gli esami all’ Università e mi scrive: 

“Oggi ho finito gli esami e avrei una ramanzina da fare sul sistema universitario italiano, gli altri non li conosco.
Dopo 5 anni, io non posso esserne soddisfatto. Non posso essere soddisfatto da un qualcosa che unisce presunta teoria a un numero e affida la pratica e l’esperienza a “qualcun altro”.
In un mondo dove l’istruzione sembra essere tutto devi farti strada tra numeri […]”

L’ Università la conosco bene, e ne conosco bene limiti, ma anche potenzialità e possibilità. 
Non si può universalizzare perché so che ci sono persone, colleghi, che fanno la differenza e sono davvero bravi e competenti.

Negli anni ho conosciuto talenti. Ho avuto in classe studenti che ora guardo

Continue Reading

XIII Edizione Master in Fundraising

E siamo alla tredicesima edizione del Master più famoso del mondo..esagerato! Eh no! è proprio bello e famoso. E persino alla Columbia University hanno deciso di cambiare l’impostazione del loro Master e copiarlo dalla nostra impostazione, molto più’ attaccata alla realtà e più moderna. Non più’ annual fund, capital fund, testamenti, lasciti, e direct mail…. ma due grandi filoni: “grandi donazioni da pochi (dove dentro ci sta major donor, legacy, imprese, fondazioni, etc) e poche donazioni da molti (dove sta il direct mail, ma anche il social media, la carta e l’online).
Insomma la cara vecchia piramide che tutti danno per defunta, funziona e insegnare in questo modo il fundraising è sempre il modo migliore. E ci saranno grandi novità, quest’anno con una stretta collaborazione con i cugini americani per far diventare i nostri due Master i migliori del mondo!

Professione Fundraiser – Career Day a Bologna

VENERDI’ 26 SETTEMBRE – Career Day a Bologna sulla professione del Fundraiser…ingresso aperto a tutti!!!
Titolo del Workshop – “Raccogliere fondi per il nonprofit: la professione del futuro”.

Stefano Zamagni e la chiusura del Master

Quest’anno abbiamo chiuso il Master con Stefano Zamagni.
4 ore di divertimento, e di ironia, e di profondi ragionamenti.
Dall’economia civile al terzo settore produttivo, passando per il crowd-funding.
Stefano Zamagni è ufficialmente andato in pensione a gennaio del 2013 ma è più giovane di tanti giovani! Racconta tanti episodi e poi ci fa ridere con un aneddoto sulla sua nipotina.
La piccola va da lui e dice: “Nonno, insegnami le cose importanti”
Zamagni-Nonno: “Sai cos’è la bellezza?”  e lei: “No nonno, dimmelo tu”
Zamagni-Nonno: “La bellezza è lo splendore della verità”.
Tutta contenta la nipotina torna a casa e qualche giorno dopo va dal padre e gli dice: “Babbo sai cos’è la bellezza?” e lui: “No dimmelo tu!” e lei “La bellezza è lo splendore della verità”.
Allora il padre, che vuole testare bene la comprensione della figlia, chiede: “E che

Continue Reading

Orgoglioso dei miei ex studenti del Master

Oggi è una giornata speciale… Papa Francesco è andato a trovare due dei nostri clienti più importanti (come Philanthropy Centro Studi): l’Istituto Serafico di Assisi e la Provincia Serafica di S. Francesco.
La prima tappa del pellegrinaggio del Papa è iniziata all’Istituto di Assisi, dove lavora – all’interno dell’ufficio fundraising – un nostro ex studente del Master in Fundraising, Claudio Iacono (video del Corriere TV, Claudio è quello che fa le foto 🙂 E poi è andato a Santa Maria degli Angeli, dai francescani, a fianco del nostro ex studente Paolo Tartaglione.
Beh non male!! E orgoglioso dei miei ex studenti…

Il Donor Care degli studenti

Arrivati alla fine, quasi, del Master. Oggi una chiusura speciale: la lezione di Zamagni Stefano.
Una bella lezione finale su “Terzo Settore produttivo”, in pratica… oltre e insieme al fundraising!

Sono venuto in Italia, giusto una toccata e fuga per incontrare gli studenti, uno per uno, e chiacchierare con loro il tempo necessario (ne avrei voluto di più, ma il tempo è tiranno).
Ho passato quasi due giorni a fare gli esami finali, tutti orali, tutti uno per uno.
Si tratta di “donor care”? Di “customer care”? Di “student care”? Di che si tratta?
Semplicemente si tratta di prendersi cura dell’altro. Perchè se tratti bene gli altri, gli altri ti tratteranno bene. E a me piace essere trattato bene.

In fondo chi è un amico? Chi è un donatore? Chi una persona amata? Chi un cliente?
E’ una persona che scegli di trattare bene, perchè

Continue Reading

Piccoli studenti del Master crescono

Ricevo da un’ex studentessa del Master, 31 anni e socia fondatrice di una piccola organizzazione nonprofit di sucesso: A Chiare Lettere Onlus, un’organizzazione che si occupa di riabilitazione ai bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Complimenti a lei (e anche un po’ a noi del Master!).

<fabianalacapria@yahoo.it</fabianalacapria@yahoo.itCaro prof. Melandri,
La devo ringraziare per la formazione ricevuta grazie al Master in Fundraising.
Non immagina i risultati che sto ottenendo (e non li immaginavo neanche io!).
Ieri ho inaugurato l’associazione ed è stato un vero successo. So che non avrei dovuto raccogliere fondi in questa occasione, ma non ho saputo resistere alla tentazione… ed è andata alla grande! Abbiamo realizzato una video intervista tripla (io e le mie socie) stile iene e ho lanciato un appello per l’acquisto di software didattici e mostrato le attività riabilitative che offriamo ai bambini con DSA. Le mamme si sono commosse!!!
Un grande

Continue Reading