Cos’è stata Arena San Domenico per Forlì. Cultura e crescita del senso critico

Associazione Forlì per Giuseppe Verdi Opera lirica

Il video di Arena San Domenico 2020 cultura a Forlì

Questo video racconta una storia. Inizia senza audio perciò non è il volume del vostro dispositivo che è da correggere. Inizia così perché la storia è iniziata in totale silenzio e i suoni che poi arrivano sono live, come è stata live la nostra Arena San Domenico. Vedete e sentite cosa ha significato per la cultura a Forlì. Un’Arena che adesso, dopo oltre due mesi e mezzo, è in via di smontaggio e lascia una città diversa da com’era.

In Arena abbiamo fatto cultura con tutto, con la musica, lirica e contemporanea, con il varietà, la commedia in dialetto romagnolo, i burattini, le immagini. Abbiamo incontrato scrittori, giornalisti, presentato eventi.

In Arena hanno parlato di tutto a tutti. E se tu eri in platea, magari qualcosa ti ha colpito, magari hai fatto un paragone, ti sei accorto di essere uscito da una serata più contento che da un’altra, hai scoperto in te una preferenza. Cultura non è dirti qual è il tuo colore preferito… è fare di tutto perché tu lo scopra. In questa scoperta cresce il senso critico.
Cultura è crescita del senso critico, e a me interessa quello, crescere e fare crescere Forlì nel senso critico.
Che cresca nel desiderio di capire le cose, di andarci a fondo.
Che partecipi agli eventi proposti, che diventano sempre più affollati, a indicare che in città c’è il desiderio di saperne di più, di capire di più.
Perciò cultura non è l’evento affollato, casomai l’evento affollato è segno che c’è del vivo a Forlì.
Così si fa, con tutto: si va, si vede, si paragona, si sceglie.
Si chiama cultura, e ha il respiro della libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *