2 per mille alle Associazioni culturali

2 per mille

Dichiarazione dei redditi: il 2 per mille per le Associazioni culturali.

La dichiarazione dei redditi arriva come un’agguato al tempo libero e ai risparmi. Pochissimi sanno che è anche il modo per aiutare a zero costo e a zero complicanze le associazioni culturali.

Ciascuno può usare la dichiarazione dei redditi per impegnare lo Stato a sostenere un’associazione culturale a propria scelta.

E’ quello che succede con la firma nella casella del 2 per mille.

Cosa occorre?

Procuriamoci il codice fiscale dell’Associazione culturale che vogliamo sostenere e firmiamo nella casella del 2 per mille.

Può farlo anche chi è esonerato dall’obbligo di presentare la dichiarazione, compilando una scheda allegata ai modelli di dichiarazione.

Le nostre Associazioni culturali svolgono un’attività fondamentale: danno impulso allo sviluppo sociale e artistico della città.

Sosteniamo le Associazioni culturali al momento della dichiarazione dei redditi.

Nel sottostante link si legge la norma che lo permette: “Nella dichiarazione dei redditi 2021 (per l’anno fiscale 2020) potremo scegliere di destinare il 2 per mille alle associazioni culturali iscritte nell’apposito elenco istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Con l’art. 97-bis del D.L. 104/2020 (convertito in legge), la norma viene infatti ripristinata a favore delle associazioni culturali iscritte”.

Ricordiamoci, è importante: è possibile effettuare la scelta di destinazione del 2 per mille in sede di dichiarazione annuale dei redditi.

Le Associazioni culturali si esprimono in ogni campo di espressione artistica: musica, teatro, fotografia, letteratura. Perché la cultura riguarda tutti. Anche con il 2 per mille.

Nella foto: Presentazione della rassegna estiva Arena San Domenico estate 2021 con le Associazioni in cartellone

2 per mille alle associazioni culturali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *