Arsenizo e vecchi merletti? No, nuovi merletti! Se l’UNESCO funzionasse…..

Ricevo questa email e ben volentieri farò un incontro! Che bella questa “cultura”. Di sicuro quando mi capitano queste cose penso di ricevere di più io di quello che sto cercando di dare a questa città. Incontro persone e storie bellissime.

Grazie!

===================================

Preg.mo Assessore Prof. Valerio Melandri,
gradiremmo poter avere un incontro con Lei prima di tutto per presentarci come Associazione che opera sul territorio forlivese da oltre trentacinque anni, poi per metterla al corrente e aggiornarla sul progetto che da qualche anno stiamo sviluppando assieme ad altre ventiquattro realtà simili alle nostre sul territorio nazionale: il Progetto, molto ambizioso, di Candidatura de “L’Arte dei saper fare il Merletto Italiano” per il suo riconoscimento a Patrimonio Immateriale dell’Umanità da parte dell’UNESCO.
L’iter lungo e complesso è sostenuto dal MIBAC che ci segue e controlla, dopo il passo importante della firma nel maggio scorso dei Protocolli d’Intesa fra le Comunità

Leggi tutto

Le Olimpiadi dei cadetti… che spettacolo!

Peccato che Forlì non si sia accorto della bellezza delle Olimpiadi dei Cadetti…., in un piazza non piena come dovrebbe essere in queste occasioni sono sfilati migliaia di ragazze e ragazzi. Si è vero non sono le Olimpiadi…sono solo i campionati italiani di atletica leggera dei cadetti, ma che bellezza una piazza piena di ragazzi (come lo era quando io ero ragazzo il sabato pomeriggio), la fiaccola accesa, e il mondo che festeggia l’inizio delle gare! Bravo al Vicesindaco Daniele Mezzacapo che ha organizzato tutto, e alla forlivese Rita Balzani che è stata la principale artefice dietro questi campionati. Uno, dieci, 100 di questi giorni!

Previsioni di Bilancio 2020/2022, grazie per le ottime spiegazioni!

Mi scuseranno se uso una loro foto senza il loro permesso (mi raccomando se non vi fa piacere la tolgo)  le brave collaboratrici e collaboratori del Comune del settore Bilancio, Cultura, ecc (qui si vede in diretta il loro sforzo di mettere in fila i numeri e soprattutto di spiegarli me!!!). Si è vero qualcosa di economia, ragioneria, economia aziendale capisco…ma vi assicuro che leggere con destrezza nelle pieghe del Bilancio di un Comune necessita di un Virgilio che guidi, altrimenti ci si perde! Grazie quindi a tutti e dopo una lunga riunione ho capito che la situazione sulla spesa corrente per la cultura è un po’ limitata (causa impegni presi dalla precedente amministrazione, in particolare dal settore Cultura negli ultimissimi mesi del mandato) ma risolveremo anche questo! Avanti!

 

Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea – Comune di Forlì socio con 12500 euro ogni anno.

Secondo il sito internet https://istorecofc.it è “Nato nella prima metà degli anni Settanta, l’Istituto storico di Forlì-Cesena è oggi un imprescindibile punto di riferimento nell’area forlivese e cesenate per ricercatori, studiosi e insegnanti che si occupino di storia contemporanea e per chiunque voglia conoscere e approfondire la storia dell’Otto e del Novecento. I suoi principali settori d’intervento sono la salvaguardia, il riordino e la valorizzazione del patrimonio archivistico e bibliografico; la ricerca storica; la didattica e la formazione; la promozione dei luoghi della memoria; l’educazione alla cittadinanza attiva e alla pace”.

Incontro i responsabile dell’Istituto e chiacchiero con loro sul da farsi per valorizzare questo Centro, di cui il Comune è socio e a cui da 12500 euro ogni anno.

Di certo ricordare la resistenza e il periodo in cui abbiamo vissuto l’ultimo periodo di dittatura in questo Paese, è fondamentale e va garantito e va rinforzato. Senza se e senza ma.

Ho qualche dubbio che

Leggi tutto

Destinazione Romagna…

Non fa parte della cultura, o fa parte della cultura il Turismo? Beh la risposta è semplice. Ci sono moltissime zone di condivisione fra cultura e turismo. Moltissimo del turismo oggi nasce per motivi culturali. Ma Forlì è tappa culturale?

Ho incontrato i responsabili di https://www.romagnavisitcard.it/it/ promossa da un operatore locale. E’ sviluppata a sufficienza? Funziona bene? I forlivesi ne hanno beneficio?

Sicuramente è una direzione giusta e andrebbero potenziati pacchetti del genere, anche per favorire il più possibile il nome di Forlì, come centro della Romagna.

Tre cose da ricordare:

1- il Quartiere Razionalista (ovvero un’architettura di qualità, ovviamente da raccontare sempre all’interno del suo contesto storico di riferimento)

2- un bel Polo Risorgimentale (Villa Saffi, deve diventare il luogo del ricordo e della memoria di tutto il Risorgimento, e del grande concittadino Aurelio Saffi)

3- Il San Domenico e il Palazzo Romagnoli con la collezione Verzocchi.

Basterebbero questi tre

Leggi tutto

Oggi disinfestazione vespe….e poi Usa on the Road (con Wilma Malucelli)

Inizio la giornata con la visita dei bravi di disinfestazione vespe che si sono infilate sotto la mia finestra del mio studio. Un lavoro super professionale della ditta forlivese FOR B. Cooperativa sociale. Bravi!

Poi si continua con una serie di appuntamenti in ufficio fino alla visita della Università degli Adulti presso la Casa di Riposo Zangheri, dove una bravissima Wilma Malucelli fa una lezione sull’America e i colori del West! Splendido! Usa on the Road.

 

Un po’ di agenda…

Giorni di incontri e di progettazioni insieme. Vi metto qui una lista incompleta, ma per dare l’idea di quanta gente ogni giorno incontro e a cui dedico attenzione

  • Incontro con Ruggero Sintoni del teatro Diego Fabbri,
  • Scuola la Nave per il Trentennale della fondazione
  • Conferenza stampa di creazione dell’Associazione Amici dei Musei di San Domenico.
  • Inaugurazione della nuova Parrocchia Ortodossa
  • Ex-Gil manifestazione sulla giornata europea del Patrimonio
  • Presentazione del libro “Mi chiamo Iader Miserocchi” sulla storia del partigiano, in ANPI
  • Inaugurazione mostra fotografica al cinema Mazzini con l’architetto Letizia Cremonini
  • Premiazione del concorso Caccia alla fotografia di Forlì
  • Premio Letterario Città di Forlì
  • Incontro con Davide Prati e Monica Sartini di CNA
  • incontro con Mino Lelli
  • incontro con Flavia Bugani
  • Incontro con Giampaolo Lolli
  • Incontro della Commissione Fondazione territorio, sviluppo e ambiente
  • Incontro con Paolo Benedetti
  • Incontro con Enrico Locatelli
  • Incontro con Ilaria Mazzotti
  • Incontro con Fondazione brodolini
  • Incontro con

Leggi tutto

Forlì Città Universitaria, d’arte e di cultura

Si fa tanto parlare di “integrazione” di “sistema”, in altre parole, di “mettersi insieme” a fare le cose, perché si faccia tutti meno fatica e si ottengano più risultati, ma se c’è un esempio di successo di questo, in città, questa è la Settimana del Buon Vivere, infaticabilmente condotta da Monica Fantini.

Si è definito un marchio (l’hardware?), e lo si è riempito di contenuti (software?) fatti dalla gente, dai cittadini, dalle associazioni, e anche, qualche volta, prodotti in proprio.

Noi oggi parliamo di “festival 2.0” o di chissà quale altra definizione innovativa, ma si tratta solo di mettersi insieme e definire un cappello unico, attraverso cui, nella completa libertà di movimento (ci mancherebbe), ognuno viene valorizzato.

Qualche settimana fa, ero nelle dolomiti nella Val di Non, e girando in auto sono capitato in mezzo a milioni (ripeto milioni) di alberi di mele. Incuriosito, mi sono avvicinato e ho capito

Leggi tutto

Semplicità, semplicità, semplicità. Perchè complicarsi la vita?

Vado in giro in bicicletta e trovo un cartello “turistico-scienfico-divulgativo”. Bella idea quella di mettere un cartello che spiega le bellezze del territorio! bella idea! Ma perbacco un po’ più semplice sarebbe meglio! Provo a leggere l’articolo e rimango interdetto:

“le trasgressioni possono essere causate da eventi tettonici (come per esempio quelli orogenetici), da mutamenti climatici (come le ere glaciali) o perfino da aggiustamenti isostatici che seguono la rimozione del ghiaccio e l’accumulo dei sedimenti in loco”

Boh!! io proprio non ho capito nulla: TRASGRESSIONI, TETTONICI, OROGENETICI, ISOSTATICI, SEDIMENTI…ECC. E dai, scriviamo semplice, che è meglio per tutti. Cerchiamo di far capire alla gente come me e te che cosa è successo a Rio dei Cozzi? Mi piacerebbe. anche questa è cultura: badare come si parla.