Restrizioni anche nella nostra Regione: limitazioni agli orari, in alcuni casi chiusura

confezioni di cibo da asporto

Insieme per frenare il contagio

La divisione dello Stivale in fasce di colore ha creato, inizialmente, confusione. Avevano iniziato con il verde, il giallo e il rosso. Sostituendo, dopo qualche ora, il verde con il giallo, e quest’ultimo con l’arancione. Diciamocelo, è legittima l’ilarità che si era palesata immediatamente sui social. Ma anche se l’ironia aveva preso a correre, la situazione non è mai stata da sottovalutare.

La divisione in zone differenziate chiarifica senza troppe difficoltà la situazione di ogni regione, e individua l’apertura o la chiusura di attività, il consenso o il diniego agli spostamenti tra Comuni.

Le Regioni passate dal giallo all’arancione sono Abruzzo, Basilicata, Liguria, Toscana e Umbria.

E sempre poche ore fa sono arrivate le restrizioni nella nostra Regione (oltre che in Veneto e in Friuli Venezia Giulia).

Attenzione, ancora non si parla di un passaggio da zona gialla ad arancione, ma di restrizioni all’attuale condizione.

Capisco la necessità di

Leggi tutto

Campus Forlì: la Biblioteca Ruffilli riduce l’orario di apertura, ma non chiude

Campus Forlì Biblioteca Ruffilli

La Biblioteca Roberto Ruffilli, in via San Pellegrino Laziosi a Forlì, ha risentito degli effetti del Dpcm entrato in vigore venerdì cinque novembre.

Se prima garantiva un’apertura serale fino a mezzanotte, compresi sabato e domenica, seppur con orario ridotto rispetto alla settimana, oggi si assiste ad una chiusura anticipata nei giorni feriali, e a una serrata totale la domenica.

I nuovi orari sono i seguenti:

∙ dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (anziché dalle ore 9.00 alle ore 24.00)

∙ sabato dalle ore 9.00 alle ore 18.00,

∙ domenica chiuso (anziché dalle ore 9.00 alle ore 18.00).

Una chiusura parziale, che permette a voi studenti di frequentare ancora questi luoghi, i più consoni per le loro attività di studio.

Per chi non conoscesse la biblioteca, questa dispone di numerose aule dislocate su due piani, perciò gli spazi non mancano.

Ora, sia all’entrata che all’uscita, è richiesta un’apposita registrazione tramite le credenziali istituzionali di

Leggi tutto

Sospesa la Rassegna Musicale del San Giacomo. L’incertezza nazionale ci penalizza ancora una volta

Sospendere la Rassegna Musicale al San Giacomo è stata una decisione sofferta

La Rassegna Musicale prevista nella chiesa di San Giacomo, è sospesa.

Realisticamente, per non tenere in stallo le nostre associazioni, abbiamo preferito fermarci.

Decidere la sospensione della Rassegna Musicale nella chiesa del San Giacomo è stata una decisione sofferta, conflittuale, non semplice.

Causa le recenti disposizioni governative che hanno chiuso i nostri teatri, cinema, musei e biblioteche, abbiamo deciso di sospendere la Rassegna Musicale programmata al San Giacomo.

È stata una decisione sofferta, conflittuale e non semplice.

Le nostre associazioni, interpellate dal servizio cultura per la definizione congiunta del calendario sinfonico, avevano risposto con tempismo ed entusiasmo all’invito lanciato più di un mese fa.

Quella che stavamo costruendo era una stagione complessa e stimolante, arricchita di elementi e protagonisti musicali assolutamente inediti per la città di Forlì e, soprattutto, calibrata sull’assoluto rispetto dei protocolli di sicurezza e delle misure

Leggi tutto

“Prendere esempio dalla mia Forlì” così Danilo Rossi, viola al Teatro alla Scala

Danilo Rossi, prima viola Teatro alla Scala, sostiene che si debba prendere esempio da chi è ripartito

«…dalle formichine, dalle piccole istituzioni che si sono date da fare, nei loro limiti — nella mia Forlì, in cento giorni abbiamo prodotto un cartellone misto di sessanta appuntamenti, facendo felici 12mila spettatori — ma dando un segno forte di volerci essere».

Così riporta l’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica dalla ‘primissima viola‘ come lo definisce Zurbin Metha.

Milano sollecitata a prendere esempio dalle piccole realtà, nel caso specifico da Forlì.

Dice Danilo Rossi: che il Teatro alla Scala guardi all’Arena San Domenico.

Non ci stupisce questa affermazione: una bella realtà non è esclusiva dei primi della classe.

La nostra Rassegna estiva a Forlì è sorta perché, nel mezzo della crisi, abbiamo guardano a cosa fosse possibile fare.

Con la certezza che sia sempre possibile fare qualcosa.

Non primi della classe, piuttosto curiosi: come dare

Leggi tutto

Una sconfitta per tutti. Dopo teatri e cinema anche musei e biblioteche

Il nuovo Dpcm che entra in vigore da oggi, venerdì sei novembre, ha decretato la chiusura anche di musei e biblioteche.

E’ deludente vedere come, poco a poco, i luoghi di cultura si stanno spegnendo: prima cinema e teatri, ora tocca ai musei e alle biblioteche.

Come, infatti, ho già ribadito: “La chiusura di musei, monumenti e biblioteche è una sconfitta per tutti.”

Il punto sul quale voglio insistere è che il mondo della cultura ha trascorso un’intera estate cercando di adeguarsi ai protocolli di sicurezza, spendendo risorse in

Leggi tutto

Forlivesi nel mondo – Bando per la concessione di contributi in materia di Relazioni Internazionali

Forlì da sinistra a destra palazzo delle Poste e San Mercuriale in piazza Saffi 6 novembre 2020 foto Aurora Ciminnisi

Quanti forlivesi nel mondo stanno svolgendo attività meritevoli?

Voglio dare a questi forlivesi contributi e visibilità. E lo faccio con un bando che riconosce i progetti internazionali che sviluppano la cultura della solidarietà, l’attività di volontariato, l’integrazione economica. E lo sviluppo politico, economico, scientifico, tecnologico, ambientale.
Provate a pensare a quante persone nate oppure cresciute qui ma che svolgono un’attività culturale, scientifica, economica, tecnologica, solidale o di volontariato in un Paese al di fuori dall’Italia.
E che con la propria opera professionale, con il proprio modo di stare nella vita, valorizzano l’immagine di Forlì nel mondo!
Leggete e pensate ai vostri amici, a quella persona che abitava accanto a casa vostra e che adesso sapete lontana e impegnata.

Guardate il bando, i moduli e proponete, proponete.

Il tempo stringe come sempre e la scadenza è al 30 novembre!

Leggi tutto

La scuola di nuovo a un possibile lockdown. La lettera del nostro Sindaco al Presidente della Regione

Gian Luca Zattini Sindaco Forlì

Sulla scuola sono stati fatti investimenti a dir poco imponenti, non si è parlato d’altro in questi mesi. Che senso ha avuto dirigervi tutte le risorse se poi la decisione è di chiudere?

Il nostro Sindaco ha indirizzato un lettera al presidente della Regione Emilia-Romagna dove scrive, tra l’altro: “La didattica in presenza resta fondamentale e deve essere la priorità. Dobbiamo difenderla sempre, laddove possibile. La scuola, caro Presidente, è la nostra linea del Piave, il punto di resistenza del nostro amato Paese.”

Ecco il testo della lettera.

Lettera aperta al Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini

Gentile Presidente,

si susseguono

Leggi tutto

Borse di studio a copertura totale per i laureati dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Al Master Fundrasing Campus Forlì c'è uno staff che lavora per te...

Master in Fundraising per il nonprofit e gli enti pubblici

I dipendenti pubblici laureati possono ottenere borse di studio per €  7.350 a copertura della retta

Perché un dipendente pubblico dovrebbe partecipare al Master in fundraising per il non profit e gli enti pubblici?

In questo particolare momento economico, reperire fondi da privati e imprese permette alle amministrazioni locali di realizzare progetti e iniziative che altrimenti non sarebbero possibili.

L’obiettivo primario che ci si prefigge è la costituzione di un sistema per la raccolta fondi efficace per l’amministrazione pubblica.

Sapere fare fundraising aiuta a consolidare le esperienze maturate e a costruire relazioni significative con potenziali donatori, sostenitori e sponsor.

In modo tale che le partnership possano sostenere lo sviluppo e le attività proposte in risposta ai bisogni della comunità locale

Al termine del percorso del Master, alla Pubblica Amministrazione di provenienza verrà consegnato dallo studente un piano di raccolta fondi pensato sulle reali esigenze dell’ente e concordato con i

Leggi tutto

30 novembre scadenza termini per le domande di contributi per attività culturali

Serata del Festival Caterina in Arena San Domenico settembre 2020

Alle associazioni, cooperative culturali, organismi associativi, istituzioni e fondazioni culturali, altri soggetti pubblici e privati aventi come scopo la diffusione della cultura teatrale, musicale, cinematografica ed audiovisiva.

Forse mai come quest’anno ci siamo accorti della funzione delle attività culturali.

E’ stata la chiusura dei teatri, dei cinema, dei luoghi di aggregazione, che ha risvegliato tante domande.

Sono stati i vostri incontri interrotti, poi sospesi, poi rimandati e infine annullati a farci sentire una mancanza.

Ci siamo accorti che voi Associazioni non vi limitate a intrattenerci ma aggregate, rispondete al nostro bisogno di socialità.

Soprattutto tenete deste le nostre coscienze, ci fate reagire, ci spronate a muoverci.

Ci introducete alla bellezza.

Lo abbiamo vissuto nello spazio di libertà che è stata l’Arena San Domenico, durante l’estate da poco finita.

Perciò tengo particolarmente a ricordarvi la data del 30 novembre. E’ il termine per presentare le domande di contributi.

Mi auguro che giungano proposte per la riprogrammazione

Leggi tutto

Il teatro è un luogo sicuro, per via del suo pubblico

Il Teatro Diego Fabbri, in corso Diaz a Forlì

Lo spazio, il distanziamento, il pubblico responsabile. Cosa c’è di più?

Lo ripeto: i nostri teatri, i nostri luoghi della cultura, proprio in ragione di tutto il lavoro che abbiamo svolto, sono luoghi sicuri sia per gli spettacoli che per eventuali incontri.

In ragione di tutto il lavoro svolto, di un modo di stare insieme che abbiamo proposto e appreso durante tutta l’estate. Abbiamo imparato a tenere la mascherina, a tenere le mani igienizzate, a stare in fila ordinati, sederci distanziati, parlarci a un metro e mezzo.

Così tutta l’estate anche perché sapevamo che ci aspettava un autunno difficile, serviva allenamento, serviva attrezzarci.

Eppure cosa vediamo? Che appena salgono i contagi, arrivano paura e incertezza, e il rischio di entrare in una visione della realtà distaccata dalle vere dimensioni del pericolo. Il rischio è quello di non continuare a vivere. Dobbiamo aiutarci a essere certi che possiamo vivere. Con prudenza, serenità, mantenendo

Leggi tutto