CASA FUNDRAISING 34 – Intervista a Mattia Dell’Era, Fondazione L’Albero della Vita onlus

Sono felice di aver conosciuto meglio Mattia Dell’Era, e tutto questo grazie a Casa Fundraising. Che persona! Ė proprio bello sapere che ci sono fundraiser come lui. Non ci eravamo mai conosciuti bene in questi anni di Festival del Fundraising, sapevo che era/è un “nerd”, uno di quei fundraiser che ne sanno di digital. Ma, Mattia, è molto di più. Lo scorso anno ha fatto una cosa incredibile (!!!) insieme a sua moglie Elisabetta. Questa cosa si chiama Tree Around Me. Ascoltate qui la sua intervista:

Tree Around Me è un viaggio di un anno in giro per il modo per scoprire, capire, i cambiamenti climatici, e per trovare un nuovo modo di comunicare di Fondazione l’Albero della Vita (l’organizzazione dove lavora… quindi un viaggio pienamente approvato e concordato con loro). Non so voi, ma a me piacciono – molto – le persone così: che non stanno ferme, che fanno cose nuove, coraggiose.

La Storia

Il 17 luglio del 2108 Mattia parte per la sua prima missione con Albero della Vita onlus.
Un viaggio che lo ha segnato profondamente, e gli ha lasciato il desiderio di vivere (ancora una volta!) e più intensamente, quelle sensazioni uniche… e perché no?! magari cucirci attorno anche un progetto di comunicazione e raccolta fondi. Così si mette in moto e grazie al sostegno dell’organizzazione per cui lavora, Fondazione Albero della Vita onlus, dà vita a Tree Around Me, un viaggio sulle rotte dei cambiamenti climatici, un viaggio basato sulla volontà di sperimentare un nuovo approccio comunicativo (sia di forma che di contenuto) di Fondazione l’Albero della Vita.  Un viaggio durato 12 mesi, attraverso 5 continenti, per documentare tanti preziosi progetti umanitari.

E ad accompagnare Mattia in questa incredibile esperienza c’era Elisabetta, sua moglie, che ha deciso di rischiare, di lasciare un contratto a tempo indeterminato, per cambiare vita. Perché come dicono loro due “ Ora abbiamo capito che è nelle vite degli altri che riscopriamo la pienezza dell’essere vivi”.

Un po’ di numeri

  • 211 giorni trascorsi all’estero
  • 38 voli aerei
  • 96.748 kilometri aerei percorsi
  • 9.083 kilometri in auto percorsi
  • 21.094 minuti trascorsi a viaggiare
  • 351,56 ore di viaggio
  • 14,6 giorni di viaggio
  • 25 Video realizzati
  • 68 Post realizzati
  • 12 articoli stampa realizzati
  • 10k
 di foto
  • 9971 follower
  • 120 nuovi donatori
  • 5k raccolta fondi online su Facebook

Ma non solo numeri. Anche meraviglia, stupore e gratitudine. In una cultura ossessionata da celebrities che vivono vite apparentemente spensierate spesso ci dimentichiamo una cosa importante… che aiutare gli altri ci riporta alla realtà ricordando a noi stessi che la maggior parte della gente lotta ogni giorno e che ognuno di noi sta affrontando una battaglia che non conosciamo. Quindi viaggiate, andate alla scoperta, fermatevi a osservare l’altro e lasciatevi meravigliare dallo sconosciuto, perché è così che riscopriamo la pienezza dell’essere vivi. E perché no?! Se vi capita… cogliete l’opportunità di trasformare queste sensazioni in parole, colori ed immagini per raccogliere un pò di fondi!

La conferma del fundraising

Tutta l’intervista è stata davvero interessante, ma quello che voglio sottolineare è proprio questo: “Ho capito che noi fundraiser dobbiamo raccontare di più. CHIEDERE DI PIU’. Dopo che ho visto di persona i bambini che ‘usavo’ nelle campagne, e ho toccato con mano quanto hanno un vero e reale bisogno, allora lì ho capito che tante volte ci facciamo troppi problemi…” Quante volte ho sentito queste domande: Non è che disturbiamo? non è che siamo invadenti? non è che quella foto è troppo forte? Forse non è meglio togliere il punto e aggiungere una virgola in quella frase in quel testo lì? Forse, come si dice nel film “Solo cose belle”, le cose belle è meglio farle e poi pensarle.
valerio-melandri.jpg

valerio melandri

Autore, consulente, speaker e formatore sul fundraising.
Questo significa che scrivo, consiglio e parlo di fundraising dalla mattina alla sera, aiutando le organizzazioni nonprofit a raccogliere più fondi. Vivo in Italia ma insegno, faccio consulenza, o parlo a convegni anche all’estero.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *